Available Now →

Suonare: Bargioni/Sforza - Album

Available Now

cd

Album Links →

iTunes

Bio

I T A L I A N O
————
DADO BARGIONI Cantautore, chitarrista e musicoterapista, nato ad Alessandria nel 1970.Già all’età di quattordici anni Dado depositava alla SIAE le prime acerbe canzoni. Nel corso del decennio successivo si forma musicalmente scrivendo e suonando brani di musica funky e gospel (con il Rev. Robert Lee Brown), che raggiungono la fase finale del prestigioso “Billboard Songwriting Contest” nel’92. Solo dopo la metà degli anni novanta viene folgorato dalla canzone italiana ed è proprio in quel periodo che arriva il Club Tenco, a Ricaldone, dove si esibisce prima della P.F.M. La settimana successiva firma il contratto con il produttore Massimo Visentin (cfr. Paolo Conte) della Studiottanta F.Records e con Storie di Note per le quali, nel 2002, esce “Contro Copernico”, primo album firmato Dado Bargioni & the Mob. L’anno precedente aveva partecipato al “Festival Internazionale della Canzone d’Autore Italiana” di Acquarossa (Svizzera) aggiudicandosi con la canzone ‘Musica per Viaggiare’ il secondo posto assoluto ed il premio per la “Migliore Parte Musicale”. Quello stesso anno (nel 2001) partecipa alla “Borsa Italiana per lo Spettacolo” presentando il concerto-cabaret: “In Concerto?!” in coppia con Federico Sirianni e i dialoghi di Bruno Gambarotta; nei mesi successivi porta lo spettacolo alla rassegna “Asti Musica” e al prestigioso Folk Club di Torino, prime tappe di una mini tournee. Nel 2004 esce il CD compilation “Dedicato a Cassien” che fra i brani di artisti quali Enrico Ruggeri, Giorgio Conte, Bruno Lauzi, include anche ‘Piccolo Io’, canzone tratta da “Contro Copernico”. Nel gennaio 2007, tiene 2 concerti a Miami (FL- USA): @ “the Wallflower Gallery” – “@ China White Club”, Ft. Lauderdale (FL- USA).  Nel 2009 esce “L’Assaggio”, EP da lui prodotto, e comincia la collaborazione con il “New York Songwriters Circle” prestigiosa compagnia americana artefice del successo di giovani cantautori come Norah Jones, Vanessa Carlton e Gavin DeGraw. Nel 2012 Dado Bargioni scrive il brano “STAR”, appositamente per la colonna sonora di “E’ nata una Star”, film di Lucio Pellegrini con Luciana Littizzetto e Rocco Papaleo.  Nel 2013 esce (dopo due anni ad affinare in barrique): “Cioccolata per le Orecchie”, secondo album ufficiale del cantautore alessandrino.  Sempre nel gennaio del 2013 entra in studio per incidere, con una band emiliana d’eccellenza, 6 nuovi brani, prodotti dal “SAE Institute” di Milano. Nel 2015/16, due suoi brani (“Mo’ Better Blues/To the Top”, insieme al cantautore emiliano Marco Sforza e “The Wave” con il Dado Bargioni Quattro +) vengono inclusi nella colonna sonora della serie televisiva: “Tutto Può Succedere”, trasmessa da RaiUno, in prima serata. Il 29 Agosto 2016 esce: “Suonare: Bargioni/Sforza” album di inediti scritto a quattro mani con il cantautore emiliano Marco Sforza. Attualmente (2017) è già al lavoro per ultimare ” IL PEZZO MANCANTE”, il primo disco con i Dado Bargioni Quattro +, la band che lo accompagna ormai da più di due anni!

E N G L I S H
———-
DADO BARGIONI: songwriter, guitarist & music-therapist, was born in Alessandria in 1970. He was caught by his mother (at the age of 5) playing harmonica in the early afternoon of a rainy day, while everybody were having their “after lunch nap”. He was immediately scolded by her. Only the day after she realized that nobody taught him to play “Oh Susanna” on that harmonica before!! That was just the beginning… when he was eleven: clarinet course at the Alessandria’s Music Academy and (of course) the fundamental guitar lessons with uncle Rudi twice a week. At the age of 14 he already registered his first, green songs to the Italian Copyright Office. During the next ten years Dado became a talented songwriter working on funky and gospel songs that arrived at the final selection of the prestigious “American Billboard Songwriting Contest” (1992). Just after the second half of the ’90s, the italian songwriting style and the pure melody suddenly struck him. ‘Til that day he was musically grown up under the influence of the Beatles, James Taylor, Steely Dan, Earth Wind & Fire and Toto, but in those days he really changed his way to approach the music and so the way to write it. He began to contaminate the Anglo-American style (made of Blues, Funk, Soul, Folk & BritPop), that he knew so well, with the typical italian harmonies and melodies. He worked hard on the lyrics and he started to follow a personal songwriting path. At the threshold of the new millenium Dado Bargioni was almost ready for his first album. He arrived to play live at Club Tenco in Ricaldone on the same stage with the P.F.M., one of the most famous and historical rock band in Italy. That night he met his producer with whom, after a couple of years,  he recorded “Contro Copernico” (StudiottantaFR, Storie di Note – 2002) his first CD.  Those were prolific years: He won prizes in an International Songwriting Contest in Switzerland (2001); he toured the north of Italy playing live with Federico Sirianni, another renowned songwriter from Genova; one of Dado’s songs  (Piccolo Io) was included in a compilation with Enrico Ruggeri, Giorgio Conte, Bruno Lauzi, Mirò and others (2004); during the 2006 he performed live, with an acoustic band and an actress, in “Italy of the Beatles”, a theatrical-show based on some historical fabfour songs ri-arranged and “crumpled” by Dado. In january, 2007 he performed his own songs twice in the U.S.A. (live@the Wallflower Gallery, Miami and live@the China White Club, Fort Lauderdale). He came back from the States with almost thirty brand new songs.
December 2009: “L’Assaggio”, the new Dado Bargioni’s EP, came out all over the world.
In the early months of the same year he starts to collaborate with Tina Shafer and the prestigious “The New York Songwriters Circle” forge of new talented songwriters as Norah Jones, Gavin DeGraw, Vanessa Carlton and many others. 
In 2012 Dado worked on the soundtrack of  “E’ nata una Star?” (“Not a Star”), a Warner Bros. movie inspired by a Nick Hornby novel, directed by Lucio Pellegrini, starring Luciana Littizzetto and Rocco Papaleo. The film is featuring a brand new Dado’s song titled “Star”. In January 2013 he stepped in a studio in Milan, to record six brand new songs, produced by “SAE Institute” with a new magical band. In 2015/16, two of his songs (“Mo ‘Better Blues / To the Top”, feat. the singer/songwriter Marco Sforza and “The Wave” performed with the Dado Bargioni Quattro +) are included in the soundtrack of a new television series titled: “Tutto Può Succedere” and broadcasted by Rai Uno (the main italian TV channel). From august, 2016 a new record is available: “Suonare: Bargioni/Sforza” written and performed with Marco Sforza, another songwriter from Reggio Emilia. At the moment (2017) Dado is already at work to finish the next Dado Bargioni Quattro +‘s CD (his brand new band!)… “IL PEZZO MANCANTE” (this is the title) is coming soon…

Date →
Oct 10
Tags →

2 Comments

  • Nadia Farchetto Says:

    Ciao Dado,
    mi sono imbattuta per caso nel tuo sito dopo aver visto un articolo apparso oggi sulla stampa per un tuo concerto. Ammetto di non conoscerti come cantuatore, ma il nome Dado mi ha fatto tornare in mente un bimbo di 5 anni conosciuto al villaggio Vacanze di Tropea tanti anni fa (credo fosse l’estate del ’76) che prima di partire mi ha regalato una collanina e mi ha dato un bacio sulla terrazza del bungalow. All’epoca io avevo 6 anni, ma questo ricordo è sempre rimasto vivo …in qualche modo è stato il mio primo bacio (che non ho mai raccontato a nessuno)! Sarai stato tu quel bimbo paffuto e già tanto intraprendente conosciuto in vacanza?
    In ogni caso complimenti per la tua carriera: prometto che inizierò ad ascoltare i tuoi pezzi! Nadia
    Ps: come allora abito a Mondovì (CN), sono sposata e ho due gemelli di 2 anni e mezzo …ti garantisco di non essere in cerca di fama! :-)

  • Giorgio Says:

    Io e Roberta eravamo nel villaggio vacanze Sabbie Bianche a Tropea nel 2006 e prima di partire un signore paffuto ci voleva dare un bacio e ci rincorreva con due braccialetti. Sarai stato tu quel singolare individuo così tanto intraprendente?

Leave Your Comment